Come coltivare piante di echeveria: consigli per coltivare echeveria

Le piante succulente sono facili da amare. La loro facilità di cura, le disposizioni solari e le abitudini di crescita moderate le rendono perfette per le stagioni calde all'aperto o per interni ben illuminati. La pianta succulenta Echeveria è proprio un tale esemplare, prospera in brevi periodi di abbandono e poca acqua e sostanze nutritive. La cura di Echeveria è praticamente infallibile e cresce bene sia in contenitori che in aiuole tostate. Le numerose varietà e colori delle piante di Echeveria forniscono meravigliosi toni e consistenza per aiuole e vasi misti.

Dettagli sulle piante di Echeveria

Echeveria spp. derivano da rosette a foglia spessa. Le foglie sono carnose e hanno una cuticola cerosa all'esterno. Spesso le foglie sono colorate e un tocco deciso può rovinare la pelle e lasciare segni. La pianta succulenta Echeveria è a crescita lenta e di solito non supera i 12 pollici (30 cm) di altezza o diffusione.

Originarie del Texas all'America centrale, le piante preferiscono le condizioni del deserto, ma tollerano periodi di umidità purché si asciughino prima di applicare più acqua. Coltivare Echeveria in una pentola di terracotta non smaltata, che consentirà all'acqua di evaporare, è l'ideale. Altrimenti, hanno bisogno di pieno sole e terreno ben drenato.

Ci sono 150 varietà di piante coltivate, una delle quali probabilmente è quella giusta per te.

Echeveria in crescita

Queste piccole piante grasse facili producono offset o piantine annidate contro la coccarda madre. Questi sono facili da separare e crescere. Basta tirare via la piccola rosetta e ripiantare in una miscela di cactus o una miscela fatta in casa di parti uguali di sabbia, terriccio e compost.

Puoi anche avviare nuove piante da talee. Appoggia semplicemente la foglia sulla superficie del terreno. Radicherà entro poche settimane e presto una piccola rosetta crescerà accanto alla foglia radicata. La foglia si seccherà e si sgretolerà dalla nuova pianta.

Istruzioni per la cura di Echeveria

La parte più importante di una buona cura di Echeveria è l'irrigazione. Il problema più grande con le piante grasse è l'irrigazione eccessiva. Fornire una quantità moderata di acqua nella stagione calda e secca. Lascia che il terreno si asciughi completamente prima di irrigare di nuovo. Le piante in vaso non devono essere lasciate in un sottovaso bagnato. Quando la pianta è troppo bagnata si verificano marciumi molli e problemi di marciume radicale.

L'unico altro problema di preoccupazione è la cocciniglia. Il loro comportamento alimentare può ridurre seriamente il vigore delle piante.

Posizionare le piante in pieno sole e pacciamare intorno a loro con ghiaia o sabbia per aiutare a prevenire le erbacce e conservare l'umidità.

Proteggi le piante dal gelo e conserva le piante in vaso al chiuso in inverno. Le piante non hanno bisogno di potature, ma potresti staccare la crescita danneggiata o errante se necessario.

Come usare Echeveria

L'enorme varietà di queste piante e altre succulente significa che si prestano bene alle esposizioni di gruppo. Espositori in vaso con diverse varietà o diversi tipi di piante grasse e cactus sono aggiunte attraenti per l'interno o l'esterno della casa. Mescola e abbina colori e dimensioni per ambientazioni uniche.

Metti le varietà più grandi al centro e le varietà finali o più corte ai bordi. Continua le istruzioni generali per la cura di Echeveria, che funzionerà anche per la maggior parte degli altri tipi di piante grasse.

Immagine di seven75