Cura del giglio azteco: scopri come coltivare i gigli aztechi nel giardino

Se sei un giardiniere, ci sono buone probabilità che tu abbia una galleria fotografica sul tuo telefono o sui social media con fiori `` fattore wow '' fiori che hai scattato di persona o catturato nel regno digitale - sai, il tipo in cui devi convincerti a non fare ancora un'altra adozione botanica. Ci siamo passati tutti e ne abbiamo adottati molti. Il giglio azteco (Sprekelia formosissima) era così per me, poiché i suoi fiori rossi brillanti unici sono semplicemente irresistibili. Cos'è un giglio azteco? Continua a leggere per saperne di più e ottenere lo scoop sulla cura del giglio azteco.

Cos'è un giglio azteco?

Originari delle colline rocciose del Messico, i gigli aztechi sono un membro della famiglia Amaryllis, ei suoi fiori ricordano un po 'un amaryllis. Il fiore del giglio azteco ha sei petali lunghi 6 cm in una configurazione unica, che si trovano all'apice di uno scapo lungo un piede (gambo senza foglie).

I 3 petali superiori sono in posizione verticale e arricciati sulle punte. I 3 petali inferiori pendono verso il basso e sono un po 'arrotolati alla base racchiusi sopra gli stami. Il colore dei petali più associato al giglio azteco è rosso scarlatto o cremisi; tuttavia, ci sono cultivar disponibili con rosa e bianco. Le lunghe e strette foglie verde scuro di un giglio azteco tendono a perdere la loro vivacità man mano che si allungano e sono paragonate a quelle di un narciso.

Se stai cercando una pianta a bulbo che fiorisca in modo affidabile ogni anno, il giglio azteco potrebbe deludere, poiché sembra essere un tipo schizzinoso. Nella piantagione perenne all'aperto, la fioritura avviene tipicamente dalla tarda primavera all'inizio dell'estate e, a seconda della cultivar, anche in autunno. Le (nuove) piantagioni stagionali potrebbero essere ritardate di diverse settimane in più. È possibile produrre più di uno scapo floreale all'anno da ciascun bulbo, ma non in tandem. Il periodo di fioritura delle piante d'appartamento in vaso può rivelarsi variabile.

Come prendersi cura delle piante di giglio azteco

Il giglio azteco è una pianta a bulbo tenera ed è classificato per le zone USDA 8-10. Quelli all'interno di queste zone possono coltivare gigli aztechi nel terreno tutto l'anno, a condizione che alcuni pollici di pacciame vengano offerti alla pianta durante i mesi invernali come ulteriore strato di protezione.

Quando si pianta all'aperto, assicurarsi di piantare in un luogo pieno di sole in un terreno alcalino ben drenante, dopo la minaccia del gelo. Quando si posiziona il bulbo nel terreno, lasciare un po 'del collo del bulbo sopra la linea del terreno e seguire la distanza raccomandata per i bulbi di giglio azteco, che è di 8-12 pollici (20-30 cm) e 4 pollici (10 cm.) ) in profondità.

Se non risiedi nelle zone consigliate, prendi in considerazione la possibilità di coltivare i gigli aztechi in contenitori in una miscela di invasatura ben drenante. I bulbi di giglio azteco non amano essere dissotterrati e possono rispondere non fiorendo per diversi anni dopo, il che non sarebbe un risultato desiderabile. Tuttavia, se ti trovi al di fuori della zona USDA consigliata, puoi scavare i tuoi bulbi di giglio azteco in autunno e conservarli in un luogo asciutto e al riparo dal gelo durante l'inverno e tentare la fortuna l'anno successivo.

I gigli aztechi in contenitori possono essere piante d'appartamento a tempo pieno se ricevono quattro ore di sole al giorno, oppure possono essere collocati all'aperto con un coprifuoco invernale e protezione da piogge eccessive. Smetti di annaffiare la pianta del contenitore quando vedi segni di dormienza (deperimento delle foglie) e riprendi l'irrigazione e la concimazione leggera ai primi segni di rinnovata crescita.

Immagine di elnudomolesto

Lascia un commento