Prenditi cura di agapanthus in vaso – suggerimenti per piantare agapanthus in contenitori

L'agapanthus, chiamato anche giglio africano, è una splendida pianta fiorita dell'Africa meridionale. In estate produce bellissimi fiori blu simili a trombe. Può essere piantato direttamente in giardino, ma coltivare l'agapanto in vaso è molto facile e utile. Continua a leggere per saperne di più sulla piantagione di agapanthus in contenitori e prenditi cura di agapanthus in vaso.

Piantare Agapanthus in contenitori

Agapanthus ha bisogno di un terreno estremamente ben drenante, ma un po 'ritentivo dell'acqua, per sopravvivere. Questo può essere difficile da ottenere nel tuo giardino, motivo per cui coltivare l'agapanto in vaso è una buona idea.

I vasi di terracotta stanno particolarmente bene con i fiori blu. Scegli un piccolo contenitore per una pianta o uno più grande per più piante e copri il foro di drenaggio con un pezzo di ceramica rotta.

Invece del normale terriccio, scegli un composto di terriccio. Riempi il tuo contenitore fino in fondo con la miscela, quindi imposta le piante in modo che il fogliame inizi a circa un pollice sotto il bordo. Riempi il resto dello spazio intorno alle piante con altra miscela di compost.

Prenditi cura di Agapanthus in vaso

Prendersi cura dell'agapanto in vaso è facile. Metti il ​​vaso in pieno sole e concima regolarmente. La pianta dovrebbe sopravvivere all'ombra, ma non produrrà molti fiori. Acqua regolarmente.

L'agapanthus è disponibile sia in varietà semi resistenti che resistenti, ma anche quelle completamente resistenti avranno probabilmente bisogno di aiuto per superare l'inverno. La cosa più semplice da fare è portare l'intero contenitore in casa in autunno: tagliare i gambi dei fiori e il fogliame sbiadito e tenerlo in una zona luminosa e asciutta. Non innaffiare tanto quanto in estate, ma assicurati che il terreno non diventi troppo asciutto.

Coltivare piante di agapanto in contenitori è un ottimo modo per godersi questi fiori sia all'interno che all'esterno.

Immagine di Amanda Slater

Lascia un commento