Spot di Phyllosticta sulle piante di cactus – controllo dei sintomi di Phyllosticta nei fichi d’India

I cactus sono piante resistenti con molti adattamenti utili, ma possono anche essere abbattuti da minuscole spore fungine. La macchia di Phyllosticta è una delle malattie fungine che colpisce i cactus della famiglia Opuntia. I sintomi di Phyllosticta nei fichi d'India sono più diffusi e le piante con la malattia sono a rischio di danni estetici e di vigore. Alcuni periodi dell'anno sono i peggiori, ma fortunatamente, una volta che le condizioni si seccano, le aree danneggiate abortiscono il fungo e guariscono in una certa misura.

Sintomi di Phyllosticta nei fichi d'India

La macchia di foglie di fico d'India è una malattia di quella pianta e di altre nella famiglia Opuntia. La malattia è causata da minuscole spore del fungo Phyllostica. Questi colonizzano i tessuti, principalmente i cuscinetti, del cactus e lo mangiano causando lesioni. Non esiste un trattamento raccomandato per il fungo Phyllosticta, ma può diffondersi ad altre piante ornamentali e si consiglia di rimuovere i cuscinetti infetti e il materiale vegetale per impedire che la malattia raggiunga altre specie.

Nella famiglia dei cactus, i fichi d'India sono i più colpiti da Phyllosticta concava. La malattia è anche chiamata marciume secco perché lascia lesioni sulla pianta, che alla fine calli e non piangono fluidi come altre malattie fungine.

La malattia inizia con lesioni circolari scure, quasi nere, irregolarmente di dimensioni comprese tra 1 e 2 pollici (2.5-5 cm) di diametro. Piccole strutture riproduttive, chiamate picnidi, producono il colore scuro. Questi producono e rilasciano le spore che possono infettare altre piante. Quando le condizioni cambiano, le macchie cadranno dal cactus e l'area si coprirà di calli, lasciando cicatrici sui cuscinetti. Non si verificano danni gravi, a condizione che le condizioni meteorologiche passino a calde e secche.

Phyllostica Control in Cactus

Per la maggior parte, la macchia fogliare di fico d'india non danneggia le piante ma è contagiosa e danneggia maggiormente i giovani cuscinetti. I cuscinetti inferiori sono i più gravemente colpiti, poiché sono vicini al suolo. Le spore si diffondono attraverso il vento o l'attività degli schizzi.

La malattia è attiva durante la stagione delle piogge e dove l'umidità è alta. Quando il tempo cambia in condizioni asciutte, il fungo diventa inattivo e cade dal tessuto vegetale. Il tessuto gravemente colpito può sviluppare molte lesioni, lasciando il posto all'introduzione di altri patogeni e insetti che possono causare più danni rispetto alla macchia fogliare di fico d'india.

Gli esperti non raccomandano il fungicida o qualsiasi altro trattamento per il fungo Phyllosticta. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che il fungo ha una breve durata d'azione e le condizioni meteorologiche generalmente migliorano, disattivando la malattia. Inoltre, il fungo non sembra danneggiare la pianta nella maggior parte dei casi.

Il controllo suggerito di Phyllosticta nel cactus è la rimozione delle parti infette. È il caso in cui i cuscinetti sono stati invasi da numerose lesioni ei numerosi corpi fruttiferi rappresentano un potenziale di infezione per il resto della pianta e delle specie circostanti. Il compostaggio del materiale vegetale infetto potrebbe non uccidere le spore. Pertanto, si consiglia di insaccare e gettare gli elettrodi.

Lascia un commento