Trattamento dell’oidio sui fagioli: cosa fare per le piante di fagioli con l’oidio

Se coltivi rose, probabilmente hai familiarità con il fungo bianco polveroso che attacca le foglie, i fiori e gli steli delle piante. Questa muffa polverosa attacca molti tipi di piante, compresi i fagioli. Non solo la roba è sgradevole, ma può rovinare il tuo raccolto, diminuendo il tuo raccolto. Tuttavia, l'oidio sulle piante di fagioli può essere controllato e puoi persino prevenirlo. Se vedi anche il primo segno di piante di fagioli con l'oidio, è tempo di entrare in azione e prendere provvedimenti per impedire la diffusione della malattia fungina.

Riconoscere le piante di fagioli con l'oidio

L'oidio deriva dai funghi Erysiphe o Sphaerotheca. In realtà non importa quale fungo sta causando il danno quando è in gioco il tuo raccolto. Il trattamento dell'oidio sui fagioli di entrambi i funghi richiede lo stesso metodo. Il controllo precoce è essenziale, poiché il fungo si diffonde rapidamente in condizioni calde e umide e può letteralmente decimare il tuo raccolto di fagioli, quindi riconoscere l'oidio sui fagioli può proteggere il tuo raccolto e prevenire la diffusione di questo problema fungino nelle altre verdure.

L'oidio nei fagioli è un evento così comune che dovrebbe avere il proprio nome di marchio. Questo fungo produce corpi fruttiferi in condizioni calde e umide che si diffondono in tutte le parti della pianta e appaiono come polvere bianca cinereo.

La maggior parte dell'oidio si verifica su legumi e cucurbitacee nella categoria delle colture, sebbene colpiscano anche gli agrumi e altre colture. Una volta che le spore sono presenti e si verificano le giuste condizioni, il fungo si diffonde rapidamente in proporzioni epidemiche. Prevenire l'oidio nei fagioli è un passaggio cruciale per mantenere un raccolto abbondante.

Come controllare l'oidio sui fagioli

Alcuni passaggi culturali possono aiutare a prevenire le piante di fagioli con l'oidio.

  • Evitare l'irrigazione dall'alto, ove possibile.
  • Innaffia abbastanza presto durante la giornata in modo che il sole asciughi foglie e steli.
  • Fornire supporto per i fagioli rampicanti e dare loro molta circolazione d'aria. Le piante affollate sono più suscettibili all'acquisizione del fungo.
  • Le spore sverneranno nella maggior parte delle aree, quindi è importante ripulire il materiale vegetale colpito alla fine della stagione.
  • Assicurati che le piante siano ben nutrite e annaffiate in modo che possano resistere a un attacco di fine stagione della malattia se si verifica.
  • Se hai rose vicine o altre piante ornamentali che hanno la malattia, spruzzale con un fungicida di rame.

È difficile trattare l'oidio sui fagioli e su altre colture commestibili. Questo perché molti dei prodotti etichettati per tale controllo non sono adatti per piante commestibili. Il tè composto diluito (con 4 parti di acqua) può offrire un certo controllo senza alcuna tossicità.

Se hai piante che sviluppano abitualmente l'oidio, applica un fungicida preventivo all'inizio dello sviluppo della pianta. Ciò significa prima di fiori e frutta. Evita i fungicidi eradicanti, che uccideranno le malattie esistenti ma possono contaminare la frutta. Applicare lo zolfo all'inizio della stagione per proteggere le piante dalle infezioni.

Per l'infezione esistente, utilizzare un olio per orticoltura naturale come l'olio di neem o di jojoba. Infine, ci sono un paio di controlli biologici sotto forma di microrganismi benefici che combattono l'oidio. Cerca prodotti con Bacillus subtilus, l'organismo unico e non tossico che previene l'oidio.

Lascia un commento