Usi del basilico tailandese: impara a piantare il basilico tailandese

Con i loro adorabili steli viola e le foglie venate di viola su uno sfondo verde scuro lucido, le piante di basilico thailandese vengono coltivate non solo per i loro usi culinari, ma anche come esemplari ornamentali. Continua a leggere per ulteriori informazioni sugli usi del basilico thailandese.

Informazioni sulle piante di basilico tailandese

Il basilico thailandese (Ocimum basilicum var. Thyrsiflora) è un membro della famiglia della menta e come tale ha un particolare sapore dolce che ricorda l'anice, la liquirizia e il chiodo di garofano. Popolare tra le cucine di Thailandia, Vietnam, Laos e Cambogia, il basilico tailandese in crescita ha un aroma gradevole simile al basilico dolce ed è generalmente usato fresco nelle ricette.

Chiamate anche "Sweet Thai", le piante di basilico thailandese crescono fino a un'altezza compresa tra 12 e 18 pollici (30-46 cm) con foglie lunghe da 1 a 2 pollici (da 2.5 a 5 cm) su steli viola con fiori viola. Come il basilico dolce, il basilico thailandese è una pianta perenne.

Come piantare il basilico tailandese

Se guardiamo a come piantare il basilico thailandese nel giardino di casa, la nostra prima preoccupazione è ottenere le piante. Il basilico thailandese può essere acquistato dal vivaio o avviato dal seme. Se la tua scelta è quella di acquistare dal vivaio, prendi anche una pianta di rosmarino. Il rosmarino e il basilico tailandese funzionano bene piantati insieme poiché godono di terreno, acqua e fertilizzazione simili ben drenati.

Maneggia con cura le piante, poiché sono piuttosto delicate. Pianta il nuovo basilico in una zona soleggiata, innaffia e concima con un'emulsione di pesce ricca di sostanze nutritive o una soluzione di alghe due o tre volte durante la stagione di crescita attiva.

Il sole è un ingrediente chiave. Le piante di basilico thailandese hanno bisogno di almeno sei ore di luce solare diretta per prosperare.

Annaffia settimanalmente ma tieni l'acqua lontana dalle foglie; acqua dalla base. L'irrigazione eccessiva farà sì che le foglie ingialliscano e cadano, e l'irrigazione insufficiente farà soffrire i fiori e le gemme, quindi è importante raggiungere un equilibrio durante l'irrigazione del basilico tailandese.

Raccolta del basilico tailandese

Quando raccogli il basilico thailandese, ricorda di essere gentile poiché le foglie si ammaccano facilmente e non vuoi che ciò accada finché non le usi. Raccogli le foglie al mattino quando i loro oli essenziali sono al loro apice e il sapore del basilico tailandese in crescita sarà un premio. Inoltre, innaffia il basilico tailandese prima del raccolto per intensificare il sapore.

Il basilico thailandese in crescita tende ad essere più compatto di altri tipi di basilico, quindi raccogli in cima a un gruppo di foglie; altrimenti lo stelo marcirà. Se commetti un errore, taglia il gambo fino alla successiva serie di foglie. A meno che tu non stia coltivando il basilico tailandese come ornamentale, taglia il fiore diversi giorni prima del raccolto in modo che la pianta possa concentrare tutta la sua energia sulle foglie. Quando raccogli la tua pianta di basilico tailandese in crescita, portala a circa 6 cm.

Usi tailandesi del basilico

Ora che hai raccolto il basilico, cosa ne farai? Alcuni usi del basilico thailandese sono da infondere con aceto o olio, per aromatizzare Pho con menta e peperoncini, preparare il tè o abbinarlo alla maggior parte dei piatti di pollo, maiale o manzo. Le ricette online includono una per preparare la birra al basilico tailandese e una ricetta per il pesto di basilico thailandese con arachidi, aceto di riso, salsa di pesce e olio di sesamo, che manterrà in frigorifero per una settimana. Yum!

Il basilico thailandese viene solitamente utilizzato fresco, preferibilmente subito dopo la raccolta, ma puoi anche tritarlo o farlo passare attraverso un robot da cucina e congelarlo in vaschette per cubetti di ghiaccio. Una volta congelato, togliere dalla teglia e conservare in sacchetti richiudibili nel congelatore per un massimo di due mesi.

Il basilico thailandese può anche essere usato come trattamento aromaterapico ammaccando le foglie e inalando il loro aroma. Possono anche essere ammaccati e strofinati sotto gli occhi e sulla fronte per una pausa rilassante da una lunga giornata stressante.

Immagine di yannp

Lascia un commento