Coltivazione della palma pigmea: prenditi cura di una palma da dattero pigmeo

I giardinieri che cercano un esemplare di palma per accentuare il giardino o la casa vorranno sapere come coltivare la palma da dattero pigmeo. La coltivazione della palma pigmeo è relativamente semplice date le condizioni adeguate, anche se a volte è necessario potare le palme pigmee per mantenere la crescita gestibile, specialmente in ambienti più piccoli.

Informazioni sulla palma da dattero pigmeo

Più significativa di quanto suggerisce il nome, la palma da dattero pigmeo (Phoenix roebelenii) è un membro della famiglia delle Arecaceae, un enorme gruppo con oltre 2,600 specie presenti nei climi tropicali e subtropicali del mondo. La coltivazione della palma pigmea viene utilizzata in una varietà di paesaggi interni e piantagioni commerciali grazie alla sua forma graziosa e all'altezza da 6 a 10 piedi (1.8-3 m.).

Le informazioni sulla palma da dattero pigmeo consentono che questo particolare genere sia noto come palma da dattero a causa della sua polpa di frutta spesso dolce e zuccherina che si trova in alcune specie di Arecaceae. Il suo genere, Phoenix, comprende solo una piccola porzione della famiglia delle Arecaceae contata a circa 17 specie.

Le palme da dattero pigmee hanno piccoli fiori gialli, che lasciano il posto a minuscoli datteri violacei nati su un tronco sottile e solitario con fronde verde intenso che formano una corona. Spine insignificanti crescono anche sui gambi delle foglie.

Come coltivare palme da dattero pigmeo

Questa palma proviene dal sud-est asiatico e, quindi, prospera nelle zone USDA 10-11, che imitano le condizioni trovate in quelle aree dell'Asia.

Nelle zone USDA 10-11, le temperature non scendono abitualmente sotto i 30 F. (-1 C.); tuttavia, l'albero è noto per sopravvivere nella zona USDA 9b (da 20 a 30 gradi F. o da -6 a -1 C.) senza una significativa protezione antigelo. Detto questo, le palme pigmee possono fare bene come esemplare di contenitore su un ponte o un patio durante i mesi estivi nel Midwest, ma dovranno essere svernate al chiuso prima del primo gelo.

Le palme da dattero pigmee crescono lungo le rive dei fiumi con l'esposizione al sole o all'ombra parziale e, quindi, richiedono un'irrigazione significativa e un terreno organico ricco per prosperare davvero.

Prenditi cura di una palma da dattero pigmeo

Per prendersi cura di una palma da dattero pigmeo, assicurati di mantenere un programma di irrigazione regolare e pianta questo albero in un terreno sabbioso e ben drenato in un'area di sole fino alla piena ombra. Se coltivato in un terreno con un pH superiore a 7, l'albero può sviluppare carenza di magnesio o potassio con sintomi di fronde clorotiche o maculate.

Le palme pigmee hanno una moderata tolleranza alla siccità e sono per lo più resistenti a malattie e parassiti; tuttavia, la macchia fogliare e il marciume delle gemme possono affliggere questo tipo di palma.

Potatura delle palme pigmee

Le fronde lunghe fino a 6 piedi (1.8) della palma pigmeo possono occasionalmente aver bisogno di essere trattenute. Potare le palme pigmee non è un compito arduo e richiede semplicemente la rimozione periodica del fogliame invecchiato o malato.

Altre operazioni di manutenzione dell'albero possono includere la pulizia delle foglie esaurite o la rimozione di propaggini poiché il metodo di propagazione per questa palma è tramite la dispersione dei semi.