Cos’è il fungo dell’ergot: dove si trova il fungo dell’ergot e come prevenirlo

Coltivare cereali e fieno può essere un modo interessante per guadagnarsi da vivere o migliorare la tua esperienza in giardino, ma con grandi cereali derivano grandi responsabilità. Il fungo dell'ergot è un grave agente patogeno che può infettare la segale, il grano e altre erbe e cereali: scopri come identificare questo problema nelle prime fasi del suo ciclo di vita.

Cos'è il fungo dell'ergot?

L'ergot è un fungo che da centinaia di anni convive fianco a fianco con l'umanità. In effetti, il primo caso documentato di ergotismo si è verificato nell'857 d.C. nella valle del Reno in Europa. La storia del fungo dell'ergot è lunga e complicata. Un tempo, la malattia del fungo dell'ergot era un problema molto serio tra le popolazioni che vivevano di prodotti a base di cereali, in particolare la segale. Oggi abbiamo addomesticato la segale cornuta in commercio, ma potresti ancora incontrare questo patogeno fungino se allevi bestiame o hai deciso di cimentarti in un piccolo gruppo di cereali.

Sebbene comunemente noto come fungo del grano dell'ergot, la malattia è in realtà causata dal fungo del genere Claviceps. È un problema molto comune sia per i proprietari di bestiame che per gli agricoltori, soprattutto quando le sorgenti sono fresche e umide. I primi sintomi del fungo dell'ergot nei cereali e nelle erbe sono molto difficili da rilevare, ma se osservi attentamente i loro capolini fioriti, potresti notare un insolito luccichio o lucentezza causato da una sostanza appiccicosa proveniente dai fiori infetti.

Questa melata contiene un numero enorme di spore pronte per la diffusione. Spesso gli insetti li raccolgono e li trasportano inavvertitamente da una pianta all'altra mentre viaggiano durante la loro giornata, ma a volte violente tempeste di pioggia possono schizzare le spore tra piante ravvicinate. Una volta che le spore hanno preso piede, sostituiscono i chicchi di grano vitali con corpi di sclerozi allungati, dal viola al nero che proteggeranno le nuove spore fino alla stagione successiva.

Dove si trova il fungo dell'ergot?

Poiché il fungo dell'ergot è stato probabilmente con noi dall'invenzione dell'agricoltura, è difficile credere che ci sia un angolo del mondo non toccato da questo patogeno. Ecco perché è così importante sapere come identificare l'ergot quando si coltiva qualsiasi tipo di grano o erba fino alla maturità. Il consumo di erbe o cereali infettati dall'ergot ha gravi conseguenze per l'uomo e per gli animali.

Negli esseri umani, il consumo di ergot può portare a una miriade di sintomi, dalla cancrena all'ipertermia, alle convulsioni e alla malattia mentale. A causa della sensazione di bruciore e delle estremità nere in cancrena nelle prime vittime, l'ergotismo era conosciuto una volta come il fuoco di Sant'Antonio o semplicemente il fuoco sacro. Storicamente, la morte era spesso il gioco finale di questo agente patogeno fungino, poiché le micotossine rilasciate dal fungo spesso distruggevano l'immunità umana contro altre malattie.

Gli animali soffrono di molti degli stessi sintomi degli umani, tra cui cancrena, ipertermia e convulsioni; ma quando un animale è riuscito ad adattarsi parzialmente a mangimi infettati dall'ergot, può anche interferire con la normale riproduzione. Gli animali al pascolo, in particolare i cavalli, possono soffrire di gestazioni prolungate, mancanza di produzione di latte e morte prematura della prole. L'unico trattamento per l'ergotismo in qualsiasi popolazione è interrompere immediatamente l'alimentazione e offrire una terapia di supporto per i sintomi.

Lascia un commento