Cura e potatura della palma da sago – informazioni sulla potatura delle palme da sago

Mentre le palme da sago possono migliorare quasi tutti i paesaggi, creando un effetto tropicale, le sgradevoli foglie giallo-marroni o un'eccessiva abbondanza di teste (dai cuccioli) potrebbero lasciare a chiedersi se dovresti potare la palma da sago. Continua a leggere per saperne di più su come potare una palma da sago.

Cura della palma da sago e potatura delle palme da sago

Spesso, le antiestetiche fronde gialle sono un segnale di una carenza di nutrienti, che di solito può essere risolta con una spinta di fertilizzante, come il cibo di palma o anche il fertilizzante agli agrumi. Anche le piante povere e dall'aspetto malato possono essere ringiovanite solfato di manganese (le quantità variano con le dimensioni della pianta, da un'oncia (28 gr.) per sagome piccole fino a 5 libbre (2 kg.) per quelle più grandi) annaffiate nel terreno. Le carenze di manganese sono comuni in queste piante. Osservazioni:: non confondere questo con solfato di magnesio, che è l'ingrediente principale che si trova nei sali di Epsom e comunemente usato per il trattamento delle carenze di magnesio. Per ridurre la possibilità di carenze nutrizionali, la palma da sago dovrebbe essere concimata almeno ogni sei settimane durante la stagione di crescita.

Sebbene alcune persone sentano il bisogno di potare la palma da sago rimuovendo queste fronde ingiallite, questo non è raccomandato, specialmente sulle foglie inferiori dei palmi carenti. Ciò può effettivamente causare un peggioramento del problema, spostandosi al livello successivo di foglie. Anche se le foglie gialle stanno morendo, assorbono ancora i nutrienti che, se rimossi, potrebbero arrestare la crescita delle piante o renderle suscettibili alle infezioni.

Pertanto, è meglio provare solo a tagliare le fronde di palma da sago e la crescita che sono morte, che saranno marroni. Tuttavia, il taglio della palma da sago ogni anno può essere fatto per scopi estetici, ma solo se fatto con attenzione.

Come potare una palma da sago

La potatura delle palme da sago non dovrebbe mai essere eccessiva. Rimuovere solo fogliame completamente morto, gravemente danneggiato o malato. Se lo si desidera, è possibile potare anche i gambi dei frutti e dei fiori. Oltre a diminuire la crescita, il taglio delle fronde verdi può indebolire la pianta, rendendola più suscettibile a parassiti e malattie.

Taglia le foglie più vecchie e più basse il più vicino possibile al tronco. In alcuni casi, vengono rimosse tutte le fronde tranne le più alte, ma ciò sarebbe estremo. Dovresti anche evitare di tagliare le foglie di palma da sago che sono all'incirca tra le dieci e le due.

Potare i cuccioli di palma da sago

Le palme da sago mature sviluppano offset, o cuccioli, alla base o lungo i lati del tronco. Questi possono essere rimossi all'inizio della primavera o nel tardo autunno. Scavali delicatamente e sollevali dalla base o estraili dal tronco con una cazzuola o un coltello.

Se desideri creare altre piante usando questi cuccioli, rimuovi semplicemente tutto il fogliame e stendili ad asciugare per una settimana circa. Quindi puoi ripiantarli in terreno sabbioso ben drenato. Posiziona metà della zolla appena sotto la superficie del terreno. Innaffia abbondantemente e tieni i nuovi cuccioli in un'area ombreggiata all'esterno o in un luogo luminoso al chiuso fino a quando non avviene il radicamento, di solito entro pochi mesi. Lascia che si asciughino un po 'tra l'annaffiatura e una volta che le radici appaiono, inizia a nutrirle con una bassa dose di fertilizzante.

Trapiantare i cuccioli di palma da sago

Non rinvasare o trapiantare nuovi cuccioli in giardino finché non hanno formato estesi sistemi di radici. Le palme da sago non amano essere disturbate, quindi qualsiasi trapianto deve essere fatto con grande cura. I sagos appena piantati dovrebbero essere spostati solo all'inizio della primavera, mentre le palme mature possono essere trapiantate all'inizio della primavera o nel tardo autunno.

Immagine di NajaShots